Livelli Di Vita - Barnes Julian | Libro Einaudi 09/2014 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

barnes julian - livelli di vita

LIVELLI DI VITA




Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni


PREZZO
10,00 €
NICEPRICE
8,50 €
SCONTO
15%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Einaudi

Pubblicazione: 09/2014





Note Editore

Livelli di vita di Julian Barnes è una storia di sofferenza, di perdita e di accettazione del dolore. Barnes racconta i giorni trascorsi da vedovo dopo la scomparsa della moglie, Pat Kavanagh, morta solo trentasette giorni dopo la diagnosi, nel 2008. Trent'anni di matrimonio lacerati dal dolore e narrati in una riflessione autobiografica e filosofica che attraversa gran parte del libro di Barnes. L'incipit del libro è però una descrizione letteraria dell'Europa di fine Ottocento e della sua società positivista incarnata da tre personaggi storici. I protagonisti sono Sarah Bernhardt, attrice parigina, Nadar, fotografo e aeronauta che ospitò nel suo studio di Boulevard des Capucines a Parigi la prima mostra degli impressionisti, e Fred Burnaby, colonnello di cavalleria e viaggiatore britannico. L'autore è anche voce narrante. Una voce in terza persona che descrive il volo indeterminato di un aerostato e l'incontro tra fotografia e aeronautica. Barnes dà vita a una storia d'amore tra l'attrice e il militare e racconta di come i tre trascorrano il loro tempo volando con le mongolfiere. Il tentativo di elevarsi verso il divino viene visto in maniera soggettiva da ognuno di noi: c'è chi crede nella religione, chi nell'arte e chi si affida in toto all'amore. L'autore allora descrive la sofferenza che ogni relazione può portare all'uno o all'altro o a entrambi i componenti della coppia. E nonostante il dolore che spesso l'amore provoca, noi continuiamo a inseguirlo perché è l'unico sentimento che può condurci alla verità. Ma prima o poi il destino fa il suo corso, senza fornirci spiegazioni o consolazioni di ogni sorta e non ci resta altro da fare che accettarlo. Uno dei concetti chiave del libro è la possibilità di osservare se stessi da lontano, tema esplorato nell'ultima parte del libro con lo stile autobiografico che affronta i cosiddetti livelli di vita. Tutto il testo è un omaggio all'amata moglie e alla felicità che i due hanno condiviso negli anni insieme. Nelle pagine di Livelli di vita si percepisce non solo il dolore, ma anche quel senso di impotenza al cospetto di una perdita così dolorosa. Barnes nel suo memoir ci parla di assenza, di amore e soprattutto della lunga elaborazione del lutto che ha dovuto vivere, arrivando perfino a pensare al suicidio.




Prefazione

Questa è una storia d'aria (palloni aerostatici, levità, frontiere) e una storia di terra (zavorre, schermaglie, routine). Ed è una storia di precipizi, di cadute violente e barbari strappi, dopo che due cose sono state unite e nessun dislivello basta a separarle. Questa, in una parola, è un'invincibile storia d'amore. «Chiunque abbia amato e sofferto il dolore di una perdita, o piú semplicemente amato e sofferto, dovrebbe leggere questo libro e poi rileggerlo. E poi leggerlo ancora». The Independent «Un viaggio narrativo che comincia con una presa di distanza e termina in un corpo a corpo con il dolore che non conosce eufemismi e castiga, una a una, tutte le ipocrisie.» Corriere della Sera




Trama

Tre leggendari pionieri ottocenteschi rivivono fra le pagine dell'originale e struggente mescolanza di fatti e finzione che è "Livelli di vita": Fred Burnaby, colonnello della cavalleria della Guardia Reale inglese e viaggiatore per terre esotiche e inesplorate, la "divina" Sarah Bernhardt, la più grande attrice di tutti i tempi a detta di alcuni, e Félix Tournachon, il caricaturista, vignettista, aeronauta e celebre fotografo ritrattista noto come Nadar. Ad accomunarli, un'incomprimibile passione per il volo, l'impulso sacrilego a issarsi a bordo di una cesta di vimini appesa a un pallone e, affidandosi a un precario equilibrio di pesi e correnti, sganciarsi dal regno che ci è deputato per conquistare lo spazio degli dèi. Una buona metafora per ogni storia d'amore. Quella immaginata fra Burnaby e Sarah Bernhardt, ad esempio - l'aria, l'assenza di vincoli, l'eccentricità, lei; la concretezza, l'avventura, la disciplina, lui. O quella, cinquantennale, fra Nadar e l'afasica moglie Ernestine. Oppure la storia d'amore, durata trent'anni e poi proseguita, fra Julián Barnes e la moglie Pat Kavanagh. Storie in cui "metti insieme due cose che insieme non sono mai state e il mondo cambia", esempi di una "devozione uxoria" che travalica ogni barriera. Volare è esaltante e semidivino, volare è pericoloso. Un calcolo sbagliato, un vento contrario, un disegno avverso, o la casuale assenza di esso, e si può precipitare.




Autore

Julian Barnes (Leicester, 1946) è uno scrittore britannico. Nel 2011 ha vinto il Booker Prize con Il senso di una fine. Ha scritto romanzi polizieschi con lo pseudonimo di Dan Kavanagh. In collaborazione con Ian Hamilton, John Fuller, Clive James e Russell Davies ha utilizzato lo pseudonimo di Edward Pygge per scrivere critiche letterarie. Ha lavorato per diverse riveste e giornali, tra cui New Statesman, New Review, The Observer. È stato corrispondente estero per il The New Yorker. In Italia per Einaudi ha pubblicato Livelli di vita (traduzione di Susanna Basso).







Altre Informazioni

ISBN:

9788806222871

Condizione: Nuovo
Collana: SUPER ET
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 120
Traduttore: Basso S.






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X