La Sola Colpa Di Essere Nati - Colombo Gherardo, Segre Liliana | Libro Garzanti 01/2021 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

colombo gherardo, segre liliana - la sola colpa di essere nati

LA SOLA COLPA DI ESSERE NATI




Disponibilità: IMMEDIATA

Se ordini entro 20 ore e 36 minuti, consegna garantita in 48 ore lavorative
scegliendo le spedizioni Express



PREZZO
16,00 €
NICEPRICE
15,20 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con 18App Bonus Cultura e Carta del Docente


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Garzanti

Pubblicazione: 01/2021





Trama

«Per me è molto importante sentirmi sulla tua stessa strada. Perché hai vissuto ciò che io ho solo letto, e perché avendolo vissuto non hai assecondato l'istinto di rispondere all'odio con l'odio». «Non abbiamo bisogno di eroi, serve però tenere sempre viva la capacità di vergognarsi per il male altrui, di non voltarsi dall'altra parte, di non accettare le ingiustizie». Liliana Segre ha compiuto da poco otto anni quando, nel 1938, con l'emanazione delle leggi razziali, le viene impedito di tornare in classe: alunni e insegnanti di «razza ebraica» sono espulsi dalle scuole statali, e di lì a poco gli ebrei vengono licenziati dalle amministrazioni pubbliche e dalle banche, non possono sposare «ariani», possedere aziende, scrivere sui giornali e subiscono molte altre odiose limitazioni. È l'inizio della più terribile delle tragedie che culminerà nei campi di sterminio e nelle camere a gas. In questo dialogo, Liliana Segre e Gherardo  Colombo ripercorrono quei drammatici momenti personali e collettivi, si interrogano sulla profonda differenza che intercorre tra giustizia e legalità e sottolineano la necessità di non voltare mai lo sguardo davanti alle ingiustizie, per fare in modo che le pagine più oscure della nostra storia non si ripetano mai più.




Autore

Liliana Segre nasce nella città di Milano nel settembre del 1930. Discende da un famiglia ebraica e ha vissuto l'infanzia con il padre e i nonni paterni. La madre è morta quando la piccola Liliana aveva appena un anno. Considerato l'approccio laico della sua educazione, Liliana ebbe una reale contezza del suo essere ebrea solntato quando vennero promulgate le terribili leggi razziali del 1938, che la portarono all'espulsione dalla scuola. Mentre si intensificava la virulenza della persecuzione nei confronti degli ebrei italiani, fu nascosta dal padre presso la dimora di alcuni amici, utilizzando falsi documenti. Fu arrestata nel dicembre del 1943, mentre provava a fuggire con il padre e i cugini in Svizzera. Il piccolo gruppo familiare fu respinto dalle autorità doganali elvetiche e di fatto consegnato nelle mani dei fascisti. Detenuta a San Vittore per quaranta giorni, fu deportata al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau il 30 gennaio 1944. Dopo più di un anno di lavori forzati, alla fine di gennaio del 1945, dopo la liberazione del campo di concentramento, fu costretta a affrontare la terribile marcia della morte verso la Germania. Venne liberata il primo maggio 1945 dall'Armata Rossa, giunta al campo di concentramento di Ravensbrück.







Altre Informazioni

ISBN:

9788811816997

Condizione: Nuovo
Collana: SAGGI
Formato: Rilegato
Pagine Arabe: 125






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X