Inuit E Popoli Del Ghiaccio - Massa G. (Curatore) | Libro Skira 01/2006 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

massa g. (curatore) - inuit e popoli del ghiaccio

INUIT E POPOLI DEL GHIACCIO Torino, Museo regionale di Scienze naturali, 2 dicembre 2005 - 30 aprile 2006




Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni

Attenzione: causa chiusura distributori, nel periodo di ferragosto sono possibili ritardi nelle consegne



PREZZO
9,00 €
NICEPRICE
8,55 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Skira

Pubblicazione: 01/2006





Trama

Curato da Gabriella Massa, studiosa di fama internazionale, archeologa esperta di cultura e arte inuit, il volume intende fornire un quadro artistico, antropologico, etnografico, storico e naturalistico-ambientale delle popolazioni che vivono nell'estremo Nord del nostro pianeta. Attraverso una selezione di reperti provenienti da Siberia, Alaska, Canada, Groenlandia e Nord Europa (appartenenti alle collezioni del Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini" di Roma, il Museo Etnografico Polare "S. Zavatti" di Fermo, l'Archivio di Stato di Torino, le Università degli Studi di Firenze e di Torino, oltre che dal Musée de la Civilisation du Québec e l'Association des Francophones du Nunavut) il volume illustra la cultura inuit.




Note Libraio

Che cosa significa condurre la propria vita circondati dai ghiacci? Come si può restare isolati dal resto del mondo per millenni, conservando intatte e immutate le proprie tradizioni, e poi improvvisamente integrarsi nella civiltà? Come è possibile che esistano popolazioni la cui lingua prevede più di quaranta parole diverse per la neve e nessuna per la guerra? Curato da Gabriella Massa, studiosa di fama internazionale, archeologa esperta di cultura e arte inuit, il volume - catalogo della prima esposizione in Italia interamente dedicata ai popoli circumartici - intende fornire un quadro artistico, antropologico, etnografico, storico e naturalistico-ambientale di queste popolazioni che vivono nell'estremo Nord del nostro pianeta.
Queste civiltà si sono sviluppate in un clima rigido e in un ambiente ostile. Esse vivono tra la neve e il d'inverno e sulle nude rocce d'estate; la loro terra non produce nulla, le uniche risorse sono le piante, il combustibile naturale, metalli e animali domestici. Eppure, questi popoli, a forza d'ingegnosità e resistenza, hanno imparato a vivere in armonia con la natura violenta che li circonda.
Attraverso una selezione di reperti provenienti da Siberia, Alaska, Canada, Groenlandia e Nord Europa (appartenenti alle collezioni del Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini" di Roma, il Museo Etnografico Polare "S. Zavatti" di Fermo, l'Archivio di Stato di Torino, le Università degli Studi di Firenze e di Torino, oltre che dal Musée de la Civilisation du Québec e l'Association des Francophones du Nunavut), Inuit e Popoli del Ghiaccio intende far conoscere meglio questi popoli - che definiscono se stessi Inuit ovvero "gli uomini" - e promuoverne la cultura, fondata sulla pace, la tolleranza e il profondo rispetto per le persone e per l'ambiente, valori che il mondo cosiddetto civilizzato, sembra talvolta avere smarrito".
La sezione Nunacarte. Opere di artisti piemontesi su carta del Nunavut (curata da Ivana Mulatero, giornalista ed esperta di storia dell'arte contemporanea) prChe cosa significa condurre la propria vita circondati dai ghiacci? Come si può restare isolati dal resto del mondo per millenni, conservando intatte e immutate le proprie tradizioni, e poi improvvisamente integrarsi nella civiltà? Come è possibile che esistano popolazioni la cui lingua prevede più di quaranta parole diverse per la neve e nessuna per la guerra? Curato da Gabriella Massa, studiosa di fama internazionale, archeologa esperta di cultura e arte inuit, il volume - catalogo della prima esposizione in Italia interamente dedicata ai popoli circumartici - intende fornire un quadro artistico, antropologico, etnografico, storico e naturalistico-ambientale di queste popolazioni che vivono nell'estremo Nord del nostro pianeta.
Queste civiltà si sono sviluppate in un clima rigido e in un ambiente ostile. Esse vivono tra la neve e il d'inverno e sulle nude rocce d'estate; la loro terra non produce nulla, le uniche risorse sono le piante, il combustibile naturale, metalli e animali domestici. Eppure, questi popoli, a forza d'ingegnosità e resistenza, hanno imparato a vivere in armonia con la natura violenta che li circonda.
Attraverso una selezione di reperti provenienti da Siberia, Alaska, Canada, Groenlandia e Nord Europa (appartenenti alle collezioni del Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini" di Roma, il Museo Etnografico Polare "S. Zavatti" di Fermo, l'Archivio di Stato di Torino, le Università degli Studi di Firenze e di Torino, oltre che dal Musée de la Civilisation du Québec e l'Association des Francophones du Nunavut), Inuit e Popoli del Ghiaccio intende far conoscere meglio questi popoli - che definiscono se stessi Inuit ovvero "gli uomini" - e promuoverne la cultura, fondata sulla pace, la tolleranza e il profondo rispetto per le persone e per l'ambiente, valori che il mondo cosiddetto civilizzato, sembra talvolta avere smarrito".
La sezione Nunacarte. Opere di artisti piemontesi su carta del Nunavut (curata da Ivana Mulatero, giornalista ed esperta di storia dell'arte contemporanea) prChe cosa significa condurre la propria vita circondati dai ghiacci? Come si può restare isolati dal resto del mondo per millenni, conservando intatte e immutate le proprie tradizioni, e poi improvvisamente integrarsi nella civiltà? Come è possibile che esistano popolazioni la cui lingua prevede più di quaranta parole diverse per la neve e nessuna per la guerra? Curato da Gabriella Massa, studiosa di fama internazionale, archeologa esperta di cultura e arte inuit, il volume - catalogo della prima esposizione in Italia interamente dedicata ai popoli circumartici - intende fornire un quadro artistico, antropologico, etnografico, storico e naturalistico-ambientale di queste popolazioni che vivono nell'estremo Nord del nostro pianeta.
Queste civiltà si sono sviluppate in un clima rigido e in un ambiente ostile. Esse vivono tra la neve e il d'inverno e sulle nude rocce d'estate; la loro terra non produce nulla, le uniche risorse sono le piante, il combustibile naturale, metalli e animali domestici. Eppure, questi popoli, a forza d'ingegnosità e resistenza, hanno imparato a vivere in armonia con la natura violenta che li circonda.
Attraverso una selezione di reperti provenienti da Siberia, Alaska, Canada, Groenlandia e Nord Europa (appartenenti alle collezioni del Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini" di Roma, il Museo Etnografico Polare "S. Zavatti" di Fermo, l'Archivio di Stato di Torino, le Università degli Studi di Firenze e di Torino, oltre che dal Musée de la Civilisation du Québec e l'Association des Francophones du Nunavut), Inuit e Popoli del Ghiaccio intende far conoscere meglio questi popoli - che definiscono se stessi Inuit ovvero "gli uomini" - e promuoverne la cultura, fondata sulla pace, la tolleranza e il profondo rispetto per le persone e per l'ambiente, valori che il mondo cosiddetto civilizzato, sembra talvolta avere smarrito".
La sezione Nunacarte. Opere di artisti piemontesi su carta del Nunavut (curata da Ivana Mulatero, giornalista ed esperta di storia dell'arte contemporanea) pr







Altre Informazioni

ISBN:

9788876246845

Condizione: Nuovo
Collana: ARTE ANTICA. CATALOGHI
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 184






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X