Il Palazzo Delle Donne - Colombani Laetitia | Libro Nord 01/2021 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

colombani laetitia - il palazzo delle donne

IL PALAZZO DELLE DONNE




Disponibilità: solo 5 copie disponibili, affrettati!

Se ordini entro 16 ore e 21 minuti, consegna garantita in 48 ore lavorative
scegliendo le spedizioni Express



PREZZO
16,90 €
NICEPRICE
16,05 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con 18App Bonus Cultura e Carta del Docente


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Nord

Pubblicazione: 01/2021





Trama

"Qui sei benvenuta. Qui sarai protetta. Qui troverai molto più di ciò che cercavi". È il coraggio a spingere la giovane Blanche a voltare le spalle a una vita di agi per lanciarsi nella più logorante delle battaglie: quella contro la povertà, la fame e l'umiliazione. A sette anni dalla fine della Grande Guerra, Parigi è ancora in ginocchio. Eppure Blanche si rende conto che alla metà dei bisognosi è negato ogni aiuto: tutti gli sforzi, infatti, sono rivolti agli uomini; nessuno tende la mano alle donne che ogni giorno mendicano agli angoli delle strade, si privano del cibo per sfamare i propri bambini e dormono all'addiaccio per sfuggire ai mariti violenti. Per Blanche, quella è un'ingiustizia intollerabile. E, quando viene a sapere che in rue de Charonne è in vendita un intero palazzo, combatterà fino all'ultimo per regalare un luogo sicuro a tutte le donne in difficoltà... È la disperazione a portare Solène al Palazzo delle Donne. Avvocato di successo, Solène è crollata il giorno in cui un suo cliente si è gettato dalla finestra del tribunale. Come parte della terapia, lo psicologo le ha suggerito il volontariato, così lei ha scelto di aiutare le donne che hanno trovato rifugio tra le mura di quel grande edificio in rue de Charonne. Qui, entra in contatto con un mondo lontanissimo da lei, fatto di miseria, di sfruttamento, di perdita. Ma anche di condivisione, di resilienza e di riscatto. A poco a poco, Solène capisce di non essere tanto diversa dalle ospiti del Palazzo: come lei, pure loro sono state sconfitte dalla vita. Però non si arrendono e continuano a lottare per un futuro migliore, traendo forza l'una dall'altra, come legate da un filo invisibile di solidarietà e comprensione. E sarà proprio quel filo ad avvolgere anche il cuore di Solène e a cambiare per sempre la sua esistenza.




Recensione Libraio

Quando un suo cliente si uccide dopo la lettura della sentenza, Solène si blocca, traumatizzata dall’episodio. Avvocato di successo, non riesce a liberarsi dall’immagine di quella morte di cui si sente responsabile: non basta la cura antidepressiva a farla uscire dal suo torpore di dolore, e lo psicologo la invita a reagire, impegnandosi in qualche cosa di concreto. Il suo consiglio porterà la vita di Solène a un capovolgimento. Un’inserzione di un’associazione di volontari, un rapido colloquio, e Solène fa il suo ingresso, diffidente e spaesata, nel Palazzo delle donne, nell’XI arrondissement di Parigi.

 

“La casa di accoglienza è molto più grande di quanto aveva immaginato: si aspettava un edificio sgraziato in fondo a un cortile, più o meno scalcinato. Coi suoi cinque piani, il palazzo svetta in mezzo alle altre costruzioni. Un ampio frontone con un arco a tutto sesto sovrasta l'ingresso. L'effetto d'insieme è maestoso, imponente.”

 

Solène ha il compito di scrivano per le donne accolte nel Palazzo: elaborando note, lettere, e ascoltando le loro storie, si trova in un mondo che non immaginava, così lontano dalla sua realtà fatta di comodità. Con il suo pc di ultima generazione Solène diventa un aiuto per le donne in difficoltà, trovando uno scopo, una cura per il suo animo ferito e un senso di prossimità che non credeva possibile: sarà quella la sua terapia, lottare per un rimborso di due euro, imparando il valore della miseria, scrivere una lettera alla regina di Inghilterra, perché nulla come un sogno aiuta a camminare a testa alta, guardare dentro il proprio cuore per scrivere con le parole dell’amore di una madre a un bambino in Guinea. Piangere e ballare la zumba in mezzo a donne ferite, guardarsi negli occhi e scoprirsi sorelle.

 

La sua storia sarebbe piaciuta a Blanche Peyron, che nel 1925 aveva individuato il Palazzo in rue de Charonne e aveva mosso tutta la Francia con la sua voce e la sua forza, per accogliere i fondi utili a comprarlo e trasformarlo in casa di accoglienza per donne in difficoltà. Al suo fianco il marito Albin, con lei sempre, in un sodalizio di amore e di impegno umanitario che hanno segnato la storia francese.

 

“Si, vivrò con te.
Sì, condivideremo la battaglia.
Si, sarò la tua amica, la tua compagna, la tua
complice. 
Si, lotterò assieme a te, per tutta la vita.”

 

Quella di Blanche Peyron è stata una vita straordinaria di tenacia, che è un dovere conoscere. Entrata nell’Esercito della Salvezza, Blanche, la benestante Petite mondaine che amava divertirsi, si è trovata investita di una vocazione che non immaginava. Questa giovane donna ha fatto di tutto, prodigandosi fino ad ammalarsi per fare in modo che nessuna donna rimanesse senza un rifugio e un tetto sulla testa.

Irruente, appassionata, Blanche ha trascinato nel suo impeto politici e gente comune, parlando con il cuore e ottenendo l’impensabile, segnando la vita di tante persone, a partire da quel ragazzo che la vide un giorno cadere da un velocipede, scarmigliata e felice e se ne innamorò per sempre.


“Una stella cadente. È così che Blanche fa il suo ingresso nella vita di Albin. Il loro debutto è folgorante.”

Laetitia Colombani scrive un passo a due tra passato e presente, rendendo omaggio a una grande donna che ha lottato con grinta e caparbia per il benessere altrui, e al tempo stesso parlando di tutte le Solène che oggi come allora si prodigano in un progetto di assistenza e solidarietà. Il Palazzo delle donne è una testimonianza di un episodio determinante nella storia del volontariato, e il ritratto di Blanche e Solène, così diverse e così umane nelle loro imperfezioni, conferma il talento dell’autrice de La Treccia.

Il Palais de la Femme è sempre lì, al 94 di rue de Charonne, all’angolo con rue Faidherbe, e continua la sua attività.


“Solène pensa a Binta, a Sumeya, a Cynthia, a Cvetana, alla donna dei maglioni, alla signora con le buste della spesa. A Salma. Non ha idea di come gestire tutto questo, le vite segnate, le strade interrotte, il dolore confidato. Come te ne liberi? Come lo dimentichi? Come fai a continuare a vivere come se niente fosse?”



Recensione di Francesca C.



Note Editore

Il palazzo delle donne è il nuovo romanzo dell'autrice de La treccia: un bestseller da oltre 80.000 copie solo in Italia.

In Rue de Charonne, non lontano da place de la Bastille, sorge un elegante palazzo di inizio secolo. Sulla facciata, un mosaico compone la scritta "Palazzo delle Donne". La sua storia è ricca di fascino: sorto sulle rovine di un convento domenicano, è stato per diversi anni un albergo popolare per scapoli. Ironia della sorte, nel 1926 viene trasformato in un rifugio per tutte le donne in difficoltà.
Da allora il Palazzo accoglie chiunque ne varchi la soglia: non solo chi ha bisogno di un alloggio, ma anche chi cerca un modo per ricominciare e chi ci arriva un po' per caso e un po' per fortuna.




Prefazione

"Il meraviglioso ritratto di un gruppo di eroine ingiustamente dimenticate." Le Figaro

"Un romanzo dalla forte impronta cinematografica, che ci fa sentire sempre al centro della scena. Da leggere assolutamente." Le Parisien

"Con Il Palazzo delle Donne. Laetitia Colombani ci insegna a essere più uniti e più aperti all'altro." Paris Match

"L'autrice della Treccia non delude: il suo secondo romanzo, che dà voce a chi mai ne ha avuta una, è bellissimo." Culture 31

"Laetitia Colombani tesse l'elogio della sorellanza." RTS Cukture




Autore

Laetitia Colombani è nata a Bordeaux nel 1976. Ha studiato cinema all'Ecole Louis-Lumiere e ha diretto il suo primo film a soli venticinque anni. In breve termpo, si è imposta come regista e sceneggiatrice, lavorando con attrici del calibro di Audrey Tautou, Emmanuelle Beart e Catherine Deneuve. Il suo romanzo d'esordio, La treccia, è subito diventato un caso editoriale: venduto in 26 Paesi ancora prima della pubblicazione, è rimasto per un anno ai vertici delle classifiche francesi, conquistando sia il pubblico sia la critica e aggiudicandosi il prestigioso Prix Relay. Il Palazzo delle Donne è il suo secondo romanzo.







Altre Informazioni

ISBN:

9788842932604

Condizione: Nuovo
Collana: NARRATIVA NORD
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 288
Traduttore: Turla C.






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X