Il Volo Dello Sciamano . Simboli Ed Arte Delle Culture Siberiane - Massari S. (Curatore); Mazzoleni G. (Curatore) | Libro De Luca Editori D'arte 12/2002 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

massari s. (curatore); mazzoleni g. (curatore) - il volo dello sciamano . simboli ed arte delle culture siberiane

IL VOLO DELLO SCIAMANO . SIMBOLI ED ARTE DELLE CULTURE SIBERIANE ROMA, 28 NOVEMBRE 2002-26 MAGGIO 2003

;




Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni

Attenzione: causa chiusura distributori, nel periodo di ferragosto sono possibili ritardi nelle consegne



PREZZO
38,00 €
NICEPRICE
36,10 €
SCONTO
5%



Questo prodotto usufruisce delle SPEDIZIONI GRATIS
selezionando l'opzione Corriere Veloce in fase di ordine.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Spese Gratis

Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Pubblicazione: 12/2002





Note Libraio

La figura dello sciamano, un ruolo della massima importanza nell’ambito delle credenze e dell’organizzazione sociale delle popolazioni siberiane, è divenuta sempre più familiare alla cultura d’Occidente e per la sua presenza nella narrativa tra Otto e Novecento – si pensi alla favola di Andersen “I cigni selvatici”– e per il sempre crescente interesse per fenomeni che abbiano a che vedere con l’esperienza dell’estasi e della visione così come della comunione spirituale con le forze della natura e soprannaturali, peculiarità queste della vita mistica dello sciamano. Protagonista assoluto delle cerimonie religiose e dei riti di guarigione dei popoli siberiani, figure analoghe sono state identificate dagli studiosi in contesti etnici diversi quali la Mongolia, il Tibet, l’Asia Sud Orientale, le Americhe, l’Oceania e l’Africa meridionale lo sciamano svolge un ruolo chiaro nel gruppo o clan di appartenenza. Il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma dedica a questo tema una mostra, annoverata tra i grandi eventi del 2002/2003 del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, di cui si presenta il volume-catalogo, con pezzi provenienti dal © Russian Museum of Ethnography di San Pietroburgo e dal Museo di Antropologia e Etnologia di Firenze come caffetani, idoli, divinità magico-religiose, tamburi, spiriti adiutori, oggetti di significato magico e religioso e strumenti musicali risalenti prevalentemente all’Ottocento. Lo sciamano, mediatore del rapporto tra uomini e dei guaritori di malattie intese come effetto di crisi individuali e sociali era colui a cui attraverso l’estasi era consentita l’ascesa al Cielo così come la discesa agli inferi: il volo aveva luogo lungo l’axis mundi, simboleggiato dall’albero fissato al centro del recinto sacro. Tutti questi aspetti, così come un ampio approfondimento critico scientifico sul tema dello sciamanesimo, sono analizzati e rappresentati nella mostra e nel catalogo, prima grande ricognizione in Italia su di un tema così ricco di implicazioni simboliche ed antropologicheLa figura dello sciamano, un ruolo della massima importanza nell’ambito delle credenze e dell’organizzazione sociale delle popolazioni siberiane, è divenuta sempre più familiare alla cultura d’Occidente e per la sua presenza nella narrativa tra Otto e Novecento – si pensi alla favola di Andersen “I cigni selvatici”– e per il sempre crescente interesse per fenomeni che abbiano a che vedere con l’esperienza dell’estasi e della visione così come della comunione spirituale con le forze della natura e soprannaturali, peculiarità queste della vita mistica dello sciamano. Protagonista assoluto delle cerimonie religiose e dei riti di guarigione dei popoli siberiani, figure analoghe sono state identificate dagli studiosi in contesti etnici diversi quali la Mongolia, il Tibet, l’Asia Sud Orientale, le Americhe, l’Oceania e l’Africa meridionale lo sciamano svolge un ruolo chiaro nel gruppo o clan di appartenenza. Il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma dedica a questo tema una mostra, annoverata tra i grandi eventi del 2002/2003 del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, di cui si presenta il volume-catalogo, con pezzi provenienti dal © Russian Museum of Ethnography di San Pietroburgo e dal Museo di Antropologia e Etnologia di Firenze come caffetani, idoli, divinità magico-religiose, tamburi, spiriti adiutori, oggetti di significato magico e religioso e strumenti musicali risalenti prevalentemente all’Ottocento. Lo sciamano, mediatore del rapporto tra uomini e dei guaritori di malattie intese come effetto di crisi individuali e sociali era colui a cui attraverso l’estasi era consentita l’ascesa al Cielo così come la discesa agli inferi: il volo aveva luogo lungo l’axis mundi, simboleggiato dall’albero fissato al centro del recinto sacro. Tutti questi aspetti, così come un ampio approfondimento critico scientifico sul tema dello sciamanesimo, sono analizzati e rappresentati nella mostra e nel catalogo, prima grande ricognizione in Italia su di un tema così ricco di implicazioni simboliche ed antropologicheLa figura dello sciamano, un ruolo della massima importanza nell’ambito delle credenze e dell’organizzazione sociale delle popolazioni siberiane, è divenuta sempre più familiare alla cultura d’Occidente e per la sua presenza nella narrativa tra Otto e Novecento – si pensi alla favola di Andersen “I cigni selvatici”– e per il sempre crescente interesse per fenomeni che abbiano a che vedere con l’esperienza dell’estasi e della visione così come della comunione spirituale con le forze della natura e soprannaturali, peculiarità queste della vita mistica dello sciamano. Protagonista assoluto delle cerimonie religiose e dei riti di guarigione dei popoli siberiani, figure analoghe sono state identificate dagli studiosi in contesti etnici diversi quali la Mongolia, il Tibet, l’Asia Sud Orientale, le Americhe, l’Oceania e l’Africa meridionale lo sciamano svolge un ruolo chiaro nel gruppo o clan di appartenenza. Il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma dedica a questo tema una mostra, annoverata tra i grandi eventi del 2002/2003 del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, di cui si presenta il volume-catalogo, con pezzi provenienti dal © Russian Museum of Ethnography di San Pietroburgo e dal Museo di Antropologia e Etnologia di Firenze come caffetani, idoli, divinità magico-religiose, tamburi, spiriti adiutori, oggetti di significato magico e religioso e strumenti musicali risalenti prevalentemente all’Ottocento. Lo sciamano, mediatore del rapporto tra uomini e dei guaritori di malattie intese come effetto di crisi individuali e sociali era colui a cui attraverso l’estasi era consentita l’ascesa al Cielo così come la discesa agli inferi: il volo aveva luogo lungo l’axis mundi, simboleggiato dall’albero fissato al centro del recinto sacro. Tutti questi aspetti, così come un ampio approfondimento critico scientifico sul tema dello sciamanesimo, sono analizzati e rappresentati nella mostra e nel catalogo, prima grande ricognizione in Italia su di un tema così ricco di implicazioni simboliche ed antropologiche







Altre Informazioni

ISBN:

9788880165187

Condizione: Nuovo
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 238






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X