Guerra E Rivoluzione - Tolstoj Lev | Libro Feltrinelli 05/2015 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

tolstoj lev - guerra e rivoluzione

GUERRA E RIVOLUZIONE




Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni


PREZZO
9,00 €
NICEPRICE
8,55 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Feltrinelli

Pubblicazione: 05/2015





Note Editore

In questo saggio inedito del 1906, ritrovato per questa edizione italiana, Tolstoj delinea il suo programma d'azione e denuncia la tirannia degli stati e la cecità morale della società. È profeta di una nuova era e lo scrittore invita all'insubordinazione verso qualsiasi forma di governo.
È tra l'ottobre e il novembre 1905 che Tolstoj produce quest'opera, che non riuscì a vedere la luce in patria per la feroce censura della Russia zarista, che però non sorprese lo scrittore: "In Russia, al solito: o silenzio o scoppi d'ira. Bene". Tolstoj indica in quest'opera la strada verso una "vera concezione della vita". Per liberarsi da tutti i mali di cui soffrono gli uomini c'è un unico mezzo: il lavoro interiore che ognuno di noi deve fare al fine d'essere l'architetto del proprio miglioramento morale. Delegando il loro potere, gli individui realizzano invece una sorta di schiavitù volontaria.
Il testo – una sofferta orazione che riflette sugli assetti politici del primo Novecento – fu poi pubblicato a Parigi nel 1906, non senza difficoltà. Il volume diventò presto introvabile anche in Francia.




Prefazione

In anteprima mondiale gli scritti pacifisti di Tolstoj a seguito del conflitto russo-giapponese e della Rivoluzione russa del 1905.




Trama

In questo saggio del 1906 - ritrovato per questa edizione italiana - Tolstoj delinea il suo programma d'azione politico e denuncia la tirannia degli stati e la cecità morale della società. Egli si fa profeta di una nuova era e con grande lucidità invita alla insubordinazione verso ogni forma di governo. Lo spunto è offerto dalla convulsa dinamica della Rivoluzione russa del 1905, emersa sulla scorta della sconfitta della Russia nel conflitto con il Giappone. È tra l'ottobre e il novembre del 1905 difatti che Tolstoj scrive quest'opera, che non riuscì poi a vedere la luce in patria per la feroce censura zarista. Tolstoj indica qui la strada verso una "vera concezione della vita". Per liberarsi da tutti i mali di cui soffrono gli uomini c'è un unico mezzo: il lavoro interiore che ognuno deve fare per essere l'architetto del proprio miglioramento morale. Nel delegare il loro potere gli individui realizzano invece una sorta di schiavitù volontaria. Il testo, sofferta orazione che riflette sugli assetti politici del primo Novecento, fu poi pubblicato non senza difficoltà a Parigi nel 1906. Il volume diventerà presto introvabile anche in Francia, fino a questa edizione italiana.




Autore

Lev Nikolaevic Tolstoj (Jàsnaja Poljàna, 1828- 1910), di famiglia nobile, si staglia nella storia della letteratura come un riferimento assoluto. La sua tensione morale, la sua religiosità tormentata e il suo afflato epico sono incarnati in capolavori come Guerra e pace (1863- 1869), Anna Karenina (1873-1877), La confessione (1879- 1882), La morte di Ivan Il'ic (1887-89), Sonata a Kreutzer (1889-1890), Padrone e servitore (1895), fino all'ultimo romanzo, Resurrezione (1889-1899).







Altre Informazioni

ISBN:

9788807901966

Condizione: Nuovo
Collana: UNIVERSALE ECONOMICA. I CLASSICI'
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 177






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X