home libri books Fumetti ebook dvd top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

gerbi sandro - giovanni enriques

GIOVANNI ENRIQUES dalla Olivetti alla Zanichelli




Disponibilità: solo 4 copie disponibili, affrettati!

Se ordini entro 12 ore e 28 minuti, consegna garantita in 48 ore lavorative
scegliendo le spedizioni Express



PREZZO
18,00 €
NICEPRICE
17,10 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con 18App Bonus Cultura e Carta del Docente


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

HOEPLI

Pubblicazione: 10/2013





Trama

Enriques: Federigo e Giovanni, padre e figlio. Del primo (1871-1946) si è detto e scritto molto: matematico, filosofo e storico della scienza, ebbe un’aspra polemica con Benedetto Croce. Viceversa il secondo (1905-1990), ingegnere e uomo d’azione con vasta esperienza internazionale, è stato finora oggetto di un’attenzione sporadica, nonostante il segno notevole lasciato nei vari campi in cui ha operato: manager (direttore generale dell’Olivetti), responsabile di un noto istituto post--universitario (Ipsoa), consulente dell’Imi, responsabile del Centro studi della Confindustria, infine imprenditore (penne Aurora e Zanichelli).




Prefazione

Giovanni Enriques (1905-1990) nacque a Bologna in una famiglia borghese (il padre, Federigo, era un celebre matematico). Si laureò in Ingegneria a Roma, dove divenne amico dei «ragazzi di via Panisperna» (Fermi, Rasetti, Segrè, Amaldi, Pontecorvo, ecc.). Nel 1930 fu assunto da Camillo e Adriano Olivetti nella fabbrica omonima e dopo sei anni ottenne l'incarico di direttore per l'Estero. A parte i viaggi di lavoro, durante la guerra visse a Ivrea, circolando con documenti falsi di «arianizzazione» (Enriques era di origine ebraica) e partecipando alla Resistenza come esponente del Partito liberale. Assieme ad altri due alti dirigenti, salvò l'Olivetti dallo smantellamento, ormai deciso dai tedeschi. Nominato nel dopoguerra direttore generale, rimase all'Olivetti fi no al 1953, quando diede le dimissioni per divergenze manageriali con Adriano. Uomo di vastissime relazioni, dopo l'Olivetti sarà direttore dell'Ipsoa (Istituto Post-Universitario per lo Studio dell'Organizzazione Aziendale) e consulente dell'Imi nel settore turistico, ma soprattutto imprenditore in proprio grazie a due società avute in eredità da uno zio: la fabbrica di penne Aurora e la Zanichelli. Per vent'anni si dedicherà in particolare alla casa editrice bolognese, dandole un assetto moderno, e rilanciandone la vocazione scientifi ca e didattica.










Altre Informazioni

ISBN:

9788820358716

Condizione: Nuovo
Collana: Saggistica
Dimensioni: 14x21 cm
Formato: Copertina serigrafata
Pagine Arabe: 288
Pagine Romane: XVI


Dicono di noi