Foibe Rosse - Sessi Frediano | Libro Marsilio 02/2007 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

sessi frediano - foibe rosse

FOIBE ROSSE


0 stelle su 5 1 recensioni presenti


Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni


PREZZO
12,00 €
NICEPRICE
11,40 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Marsilio

Pubblicazione: 02/2007





Trama

Norma Cassetto venne gettata ancora viva nella foiba di Villa Surani nella notte tra il 4 e il 5 ottobre del 1943. Aveva ventitré anni ed era iscritta al quarto anno di lettere e filosofia, all'Università di Padova. I suoi assassini, partigiani di Tito, che dopo il crollo del regime fascista tentano di prendere il potere in Istria non hanno pietà della sua giovinezza e innocenza e, prima di ucciderla, la violentano brutalmente. L'assassinio di Norma Cossetto e di tutti quegli uomini e quelle donne che furono infoibati o morirono a causa delle torture subite, annegati in mare per mano dei "titini" mostra verso quale orizzonte ci si dirige "quando si ritiene che la verità della vita è lotta, e che non tutti gli esseri umani sono provvisti della medesima dignità".







Altre Informazioni

ISBN:

9788831791472

Condizione: Nuovo
Collana: GLI SPECCHI
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 168





I vostri commenti al Libro

1 recensioni presenti.

01/06/2007 Di giocatorederoma
0 stelle su 5

Non mi è piaciuto. In realtà il racconto dei fatti parte da un punto della nostra storia contemporanea, ma tralascia tutti i fatti antecedenti che hanno poi determinato certe condizioni. Non va dimenticato il fatto che, salvo casi specifici, in generale chi è stato gettato nelle fosse era un dirigente fascista o collaborazionista. Da ricordare alcune cose. Gli archivi delle Nazioni Unite ci informano che durante il periodo coloniale e la 2° guerra mondiale i fascisti e l'esercito italiano hanno ucciso oltre 1 milione di persone, di cui 300.000 nella sola Jugoslavia. Nei campi di concentramento italiani furono rinchiusi più di 100.000 jugoslavi e 11.606 vi morirono. Quasi 200.000 furono i civili fucilati dai plotoni di esecuzione italiani, in quanto "ribelli e banditi". Solo in Istria gli slavi che in tre anni dovettero fuggire per non essere deportati nei lager italiani furono 60 mila. Alla fine, 800 italiani furono dichiarati "criminali di guerra" dalla " Commissione per i crimini di guerra delle Nazioni Unite" ma mai processati. Questa è la cornice storica durante il quale i tragici fatti delle Foibe sono accaduti. No è serio dimenticarsi di tutto ciò.







Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X