L'avanguardia Primitiva . La Collezione Di Alessandro Passare' - Nicoletti L. P. (Curatore) | Libro Scalpendi 04/2014 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

nicoletti l. p. (curatore) - l'avanguardia primitiva . la collezione di alessandro passare'

L'AVANGUARDIA PRIMITIVA . LA COLLEZIONE DI ALESSANDRO PASSARE' italiano / inglese




Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni


PREZZO
30,00 €
NICEPRICE
25,50 €
SCONTO
15%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

SCALPENDI

Pubblicazione: 04/2014





Trama

Il volume cerca di delineare il profilo di Alessandro Passaré collezionista sullo sfondo della Milano del secondo dopoguerra. È in quel contesto, infatti, che il medico milanese si innamora prima dell'arte dei suoi contemporanei, con aperture verso l'arte europea ed extraeuropea in cui già si poteva presentire, forse, quel gusto del "primitivo" che avrebbe procurato in lui un vero e proprio "mal d'Africa". Sulle pareti della sua abitazione Passaré mette in atto il dialogo fra moderni e primitivi, fra i collage di Baj, i segni di Tancredi e le maschere africane, fra la combustione di Burri e i piccoli totem.




Note Libraio

Il libro – che inaugura la collana “Avanguardia Primitiva. Biblioteca della Fondazione Alessandro Passaré” – cerca di delineare il profilo di Alessandro Passaré collezionista sullo sfondo della Milano del secondo dopoguerra. È in quel contesto, infatti, che il medico milanese si innamora prima dell’arte dei suoi contemporanei, con aperture verso l’arte europea ed extraeuropea in cui già si poteva presentire, forse, quel gusto del “primitivo” che avrebbe procurato, in lui, una passione per il continente nero: un vero e proprio “mal d’Africa” che lo condurrà a viaggiare per il mondo e ad esplorare soprattutto il continente africano. Passare dall’arte contemporanea alle arti primarie, dunque, poteva costituire una migrazione naturale: ai suoi occhi, probabilmente, non si trattava di cose distanti, ma solo di una dialettica fra arte d’avanguardia e una “avanguardia primitiva” dall’altra. Sulle pareti della sua abitazione, dunque, Passaré mette in atto il dialogo fra moderni e primitivi, fra i collage di Baj, i segni di Tancredi e le maschere negre, fra la combustione di Burri e i piccoli totem del continente nero. Ed è all’insegna di questa sinergia, mettendo in luce i lati arcaici (o ancestrali) del moderno, che si chiude il suo lungo percorso nel secondo Novecento, guardando al mondo intero a partire da Milano.







Altre Informazioni

ISBN:

9788889546574

Condizione: Nuovo
Collana: Scalpendi
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 192






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X