Anna - Ammaniti Niccolo' | Libro Einaudi 09/2015 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

ammaniti niccolo' - anna

ANNA


5 stelle su 5 1 recensioni presenti


Disponibilità: Normalmente disponibile in 10 giorni


PREZZO
19,00 €
NICEPRICE
16,15 €
SCONTO
15%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


ALTRI FORMATI

Disponibile anche in formato eBook al prezzo di 4,99 €





Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Einaudi

Pubblicazione: 09/2015





Note Editore

Abbiamo fatto qualche domanda all'autore:

A cosa è dovuta la scelta dell'ambientazione del romanzo in un tempo futuro e in una realtà così spaventosa, un orizzonte quasi apocalittico?

Ho voluto quel tipo di ambientazione perché ponendo i personaggi, adolescenti in questo caso, in un contesto post apocalittico si vedono emergere in maniera più forte i loro desideri e le loro speranze.

Nel romanzo si parla di un mondo che sta per finire. Un futuro che in questi giorni non sembra poi così lontano purtroppo... Crede che le cose possano migliorare o siamo costretti a "sopravvivere"?

Ho scelto di proposito un futuro che non fosse troppo lontano. Di fatto se mi guardo intorno, anche alla luce degli ultimi eventi, mi rendo conto che stiamo "sopravvivendo", ma sono convinto che le cose possano andare meglio. Certamente non adesso, ma con il tempo sì.

Il viaggio della protagonista Anna rappresenta una metafora del viaggio personale di ognuno di noi in questa contemporaneità dura e spesso difficile da accettare?

"Anna" è una storia d'avventura e più che farne una metafora di valore universale mi interessava raccontare quella storia in particolare e quel personaggio, l'evoluzione dei suoi sentimenti e la sua capacità di lottare, di continuare a sperare.

Cosa le ha dato lo spunto per iniziare a scrivere questo romanzo?

Il punto di partenza è stato un viaggio in Sicilia, una terra che amo e a cui sono particolarmente legato, nella quale ho immaginato un futuro in cui la natura si riappropriasse del territorio e finisse per ricoprire tutto ciò che l'uomo ha costruito.

La contrapposizione tra bambini e adulti è spesso presente nei suoi libri. Perché?

Mi interessa il confronto tra mondi così diversi come quello adulto e quello dei bambini. Ognuno di noi attraversa nella propria vita le fasi dell'infanzia, dell'adolescenza e dell'età adulta, e in ciascuna di esse la vita stessa è vista con occhi diversi. Da questo nasce il conflitto ed è questo che mi piace cercare di raccontare.

A quali romanzi distopici si è ispirato per scrivere "Anna"?

Sono molti i romanzi che mi hanno ispirato, più di tutti sicuramente "Io sono leggenda", "Il signore delle mosche" e "L'ombra dello scorpione".

Un tema importante nel libro è quello della morte, legata alla memoria. Può spiegare meglio la sua visione a riguardo?

Purtroppo si tratta di temi complessi da affrontare in maniera concisa. Di certo la morte è stata un tema essenziale che ho sfiorato già nei miei libri precedenti. Ho provato a raccontarla perché penso che anche passando attraverso l'esperienza di un lutto si possa arrivare ad apprezzare ancora di più la vita.

Nel romanzo sono descritti due diversi tipi di amore: il primo è l'amore come mancanza; il secondo è l'amore verso sé stessi che deriva dall'istinto di sopravvivenza. Lei si rispecchia in entrambe queste visioni?

Si tratta di due forme diverse di amore, una appunto legata alla sopravvivenza e l'altra come forma di altruismo, che però convivono e si completano a vicenda.

Un'ultima domanda... Quando il suo prossimo libro?

Non lo so ancora.




Prefazione

Anna è il titolo del nuovo romanzo di Ammaniti che torna dopo 5 anni dal suo ultimo libro.

Immaginate una Sicilia misteriosa come un continente dimenticato, dove non c'è piú elettricità e i cani selvatici ti inseguono sull'autostrada. Un virus spietato ha sterminato gli adulti e lasciato in vita i ragazzini. In questo mondo di cadaveri e oggetti inutili, i bambini giocano, combattono e amano. E ora immaginate Anna, tredici anni, e Astor, il fratellino di otto. In dote gli resta una voglia prepotente di sopravvivere e un quaderno dove la mamma ha lasciato le istruzioni per farcela.

«Dopo l'epidemia Anna era precipitata in una solitudine cosí sconfi nata e ottusa da lasciarla svuotata e idiota per mesi ma nemmeno una volta, nemmeno per un secondo, l'idea di farla fi nita l'aveva sfi orata perché avvertiva che la vita è piú forte di tutto questo. La vita non ci appartiene, ci attraversa».

Pochi scrittori hanno saputo raccontare la fragilità del destino spalancandola di fronte ai nostri occhi nella sua nuda energia biologica. Ma nessuno lo ha incarnato con tanta dolcezza nello sguardo di una tredicenne, meravigliosamente cocciuta e ostinata nel fiutare, come un animale, ogni promessa di sopravvivenza. In un paesaggio primitivo e spogliato dal calore della civiltà, Anna, il fratellino e un grande cane compiono un viaggio iniziatico attraverso strade e boschi, centri commerciali e case fatiscenti alla ricerca di un'oscura felicità. Con Anna Niccolò Ammaniti scrive il suo romanzo piú ambizioso e struggente. Un miracoloso omaggio alla vita.




Trama

In una Sicilia diventata un'immensa rovina, una tredicenne cocciuta e coraggiosa parte alla ricerca del fratellino rapito. Fra campi arsi e boschi misteriosi, ruderi di centri commerciali e città abbandonate, fra i grandi spazi deserti di un'isola riconquistata dalla natura e selvagge comunità di sopravvissuti, Anna ha come guida il quaderno che le ha lasciato la mamma con le istruzioni per farcela. E giorno dopo giorno scopre che le regole del passato non valgono più, dovrà inventarne di nuove. Con "Anna" Niccolò Ammaniti ha scritto il suo romanzo più struggente. Una luce che si accende nel buio e allarga il suo raggio per rivelare le incertezze, gli slanci del cuore e la potenza incontrollabile della vita. Perché, come scopre Anna, la "vita non ci appartiene, ci attraversa".




Autore

NICCOLÒ AMMANITI ha pubblicato Fango (1996, 2014), i romanzi Branchie (1997, 2006), Ti prendo e ti porto via (1999, 2014), Io non ho paura (2001, 2014), Come Dio comanda (2006), Che la festa cominci (2009, 2015), Io e te (2010) e Il momento è delicato (2012).







Altre Informazioni

ISBN:

9788806227753

Condizione: Nuovo
Collana: EINAUDI. STILE LIBERO BIG
Dimensioni: 216 x 27 x 136 mm
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 274





I vostri commenti al Libro

1 recensioni presenti.

22/12/2015 Di albertazzisonia
5 stelle su 5

devo ancora leggerlo .....







Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X