Terrantica. Volti, Miti E Immagini Della Terra Nel Mondo Antico - Bettini Maurizio; Pucci Giuseppe | Libro Mondadori Electa 05/2015 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

bettini maurizio; pucci giuseppe - terrantica. volti, miti e immagini della terra nel mondo antico

TERRANTICA. VOLTI, MITI E IMMAGINI DELLA TERRA NEL MONDO ANTICO Roma, Anfiteatro Flavio, 23 aprile - 11 ottobre 2015

;




Disponibilità: Normalmente disponibile in 10 giorni


PREZZO
35,00 €
NICEPRICE
33,25 €
SCONTO
5%



Questo prodotto usufruisce delle SPEDIZIONI GRATIS
selezionando l'opzione Corriere Veloce in fase di ordine.


Pagabile anche con 18App Bonus Cultura e Carta del Docente


Facebook Twitter Aggiungi commento


Spese Gratis

Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Pubblicazione: 05/2015





Trama

"Terrantica. Volti, miti e immagini della terra nel mondo antico", che resterà aperta al pubblico dal 23 aprile all'11 ottobre 2015, si pone nell'alveo delle tematiche affrontate da Expo 2015, con una riflessione sulla forza della madre Terra, tra umano e divino, raccontata attraverso 75 opere tra antichi reperti (statue, vasi, rilievi), e fotografie contemporanee che evocano, insieme alla sua lunga storia, paesaggi naturali che parlano dell'antichità, della sacralità e della magia della Terra.




Note Editore

Terra molteplice, Terra infinita. È da lei che ogni vita germoglia, essa è artefice di tutto così come di tutto segna la fine. Per questo, nella mitologia antica, alla Terra viene attribuito un ruolo che nessun'altra forza primordiale possiede. O rigine del Cosmo e degli Dèi, madre generatrice di ogni bontà e ricchezza ma, nello stesso tempo, spazio infero e buio, in cui il basso occupa il posto dell'alto, le tenebre quello della luce, la morte quello della vita.
Esplorare la Terra degli A ntichi significa muovere dalle enigmatiche statuette della preistoria per contemplare le immagini che illustrano la genealogia degli Dèi G reci; seguire i vagabondaggi di Demetra, dea delle messi, alla ricerca di Persefone rapita dal dio dei morti; e ancora ripercorrere, guidati da lamine auree, il misterioso viaggio sotterraneo riservato all'anima devota a O rfeo. Per risalire infine alla luce e, seguendo il solco dell'aratro condotto dal fondatore, scoprire che a R oma la terra della Città sono gli uomini stessi a crearla, zolla su zolla. S u di essa verranno impressi i segni che ne fanno uno spazio culturale e politico, salvo affidare alla sua potenza oscura – sempre presente nel sentire popolare – la distruzione del nemico o di uno scomodo rivale.




Prefazione

Originali e profonde riflessioni su un tema oggetto di una lunga e controversa tradizione storiografica.
Una cospicua serie di contributi affidata a specialisti indaga, anche attraverso un nutrito e ricercato corredo iconografico, i diversi nuclei di contenuto in un percorso coerente con le sezioni della mostra ma al contempo attentamente costruito per una fruizione autonoma e durevole.




Autore

Maurizio Bettini Insegna Filologia Classica all'Università di Siena. Fine esegeta della cultura greca e romana, in numerosi e fortunati saggi ha affrontato l'esperienza religiosa antica, la mitologia, la profezia, la magia, sempre in una prospettiva di carattere antropologico. Collabora con la pagina culturale de "la Repubblica" ed è autore di romanzi e racconti.

Giuseppe Pucci Ordinario di Archeologia Classica presso l'Università di Grosseto, in numerose pubblicazioni ha affrontato temi di ceramologia romana, cultura materiale, metodologia della ricerca archeologica, iconologia, semiologia, estetica antica, storia dell'archeologia, con particolare attenzione alla presenza del passato nella cultura moderna e contemporanea.




Note Libraio

Originali e profonde riflessioni su un tema oggetto di una lunga e controversa tradizione storiografica Una cospicua serie di contributi affidata a specialisti indaga, anche attraverso un nutrito e ricercato corredo iconografico, i diversi nuclei di contenuto in un percorso coerente con le sezioni della mostra ma al contempo attentamente costruito per una fruizione autonoma e durevole Terra molteplice, Terra infinita. È da lei che ogni vita germoglia, essa è artefice di tutto così come di tutto segna la fine. Per questo, nella mitologia antica, alla Terra viene attribuito un ruolo che nessun'altra forza primordiale possiede. O rigine del Cosmo e degli Dèi, madre generatrice di ogni bontà e ricchezza ma, nello stesso tempo, spazio infero e buio, in cui il basso occupa il posto dell'alto, le tenebre quello della luce, la morte quello della vita.
Esplorare la Terra degli A ntichi significa muovere dalle enigmatiche statuette della preistoria per contemplare le immagini che illustrano la genealogia degli Dèi G reci; seguire i vagabondaggi di Demetra, dea delle messi, alla ricerca di Persefone rapita dal dio dei morti; e ancora ripercorrere, guidati da lamine auree, il misterioso viaggio sotterraneo riservato all'anima devota a O rfeo. Per risalire infine alla luce e, seguendo il solco dell'aratro condotto dal fondatore, scoprire che a R oma la terra della Città sono gli uomini stessi a crearla, zolla su zolla. S u di essa verranno impressi i segni che ne fanno uno spazio culturale e politico, salvo affidare alla sua potenza oscura - sempre presente nel sentire popolare - la distruzione del nemico o di uno scomodo rivale.tat







i libri che interessano a chi ha i tuoi gusti





Altre Informazioni

ISBN:

9788891804440

Condizione: Nuovo
Collana: SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI ROMA'
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 256






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X