Sculture D'africa. Guida All'arte Tra Miti E Culture - Incorpora Giovanni Maria | Libro Polaris 10/2007 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

incorpora giovanni maria - sculture d'africa. guida all'arte tra miti e culture

SCULTURE D'AFRICA. GUIDA ALL'ARTE TRA MITI E CULTURE




Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni

Attenzione: causa chiusura distributori, nel periodo di ferragosto sono possibili ritardi nelle consegne



PREZZO
24,00 €
NICEPRICE
22,80 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Polaris

Pubblicazione: 10/2007





Note Libraio

Brossura, ill. colori. Un suggestivo e affascinante viaggio attraverso i regni antichi e misteriosi dell'Africa è ciò che il libro di Giovanni Maria Incorpora offre al lettore: il percorso, ricco e articolato, si snoda fra leggende, miti cosmogonici, racconti tribali affiancati da ampie e dettagliate descrizioni di statue, sculture, tombe e maschere prodotte da diverse etnie africane; il tutto è corredato da una serie di fotografie che rendono in modo vivido e netto la speciale carica evocativa e "magica" che irradia dalle creazioni artistiche oggetto di osservazione e riflessione.
Come è noto, l'Africa rappresenta la culla del genere umano, e ciò è vero non solo da un punto di vista genealogico-evoluzionistico bensì anche culturale: già cinquecento anni prima di Cristo fioriva ad esempio in Nigeria la civiltà Nok, una delle più importanti e significative tra quelle presentate dall'autore; più tardi, tra il 1000 e il 1500 dopo Cristo si sviluppò la cultura di Ile-Ife, centro politico ma anche "mistico", che ha lasciato testimonianza di sé in prodotti artistici originali per aspetto e significato simbolico; dal 1600 ai giorni nostri fiorisce la civiltà Asante, regno della fantasia e dell'abilità tecnica nella lavorazione dell'oro.
Insomma, nel corso dei secoli, diversi regni diedero vita a forme di rappresentazione originali, caratterizzate da una forte carica simbolica e si direbbe quasi da una tendenza anti-naturalistica: l'artista africano aveva in mente un ideale di bellezza molto diverso da quello a cui guardava la cultura greca, legato come era a valori religiosi e credenze magiche che spingevano -ad esempio- ad enfatizzare nelle dimensioni quelle parti del corpo che venivano giudicate particolarmente significative (la testa, il seno, l'ombelico). [...] Il lettore che vorrà avvicinarsi al libro, dal titolo già di per sé accattivante e stimolante, non potrà non rimanere intrigato e affascinato da questo lungo viaggio alla scoperta dei misteri della tradizione africana. Questa è una parte della presentazioneBrossura, ill. colori. Un suggestivo e affascinante viaggio attraverso i regni antichi e misteriosi dell'Africa è ciò che il libro di Giovanni Maria Incorpora offre al lettore: il percorso, ricco e articolato, si snoda fra leggende, miti cosmogonici, racconti tribali affiancati da ampie e dettagliate descrizioni di statue, sculture, tombe e maschere prodotte da diverse etnie africane; il tutto è corredato da una serie di fotografie che rendono in modo vivido e netto la speciale carica evocativa e "magica" che irradia dalle creazioni artistiche oggetto di osservazione e riflessione.
Come è noto, l'Africa rappresenta la culla del genere umano, e ciò è vero non solo da un punto di vista genealogico-evoluzionistico bensì anche culturale: già cinquecento anni prima di Cristo fioriva ad esempio in Nigeria la civiltà Nok, una delle più importanti e significative tra quelle presentate dall'autore; più tardi, tra il 1000 e il 1500 dopo Cristo si sviluppò la cultura di Ile-Ife, centro politico ma anche "mistico", che ha lasciato testimonianza di sé in prodotti artistici originali per aspetto e significato simbolico; dal 1600 ai giorni nostri fiorisce la civiltà Asante, regno della fantasia e dell'abilità tecnica nella lavorazione dell'oro.
Insomma, nel corso dei secoli, diversi regni diedero vita a forme di rappresentazione originali, caratterizzate da una forte carica simbolica e si direbbe quasi da una tendenza anti-naturalistica: l'artista africano aveva in mente un ideale di bellezza molto diverso da quello a cui guardava la cultura greca, legato come era a valori religiosi e credenze magiche che spingevano -ad esempio- ad enfatizzare nelle dimensioni quelle parti del corpo che venivano giudicate particolarmente significative (la testa, il seno, l'ombelico). [...] Il lettore che vorrà avvicinarsi al libro, dal titolo già di per sé accattivante e stimolante, non potrà non rimanere intrigato e affascinato da questo lungo viaggio alla scoperta dei misteri della tradizione africana. Questa è una parte della presentazioneBrossura, ill. colori. Un suggestivo e affascinante viaggio attraverso i regni antichi e misteriosi dell'Africa è ciò che il libro di Giovanni Maria Incorpora offre al lettore: il percorso, ricco e articolato, si snoda fra leggende, miti cosmogonici, racconti tribali affiancati da ampie e dettagliate descrizioni di statue, sculture, tombe e maschere prodotte da diverse etnie africane; il tutto è corredato da una serie di fotografie che rendono in modo vivido e netto la speciale carica evocativa e "magica" che irradia dalle creazioni artistiche oggetto di osservazione e riflessione.
Come è noto, l'Africa rappresenta la culla del genere umano, e ciò è vero non solo da un punto di vista genealogico-evoluzionistico bensì anche culturale: già cinquecento anni prima di Cristo fioriva ad esempio in Nigeria la civiltà Nok, una delle più importanti e significative tra quelle presentate dall'autore; più tardi, tra il 1000 e il 1500 dopo Cristo si sviluppò la cultura di Ile-Ife, centro politico ma anche "mistico", che ha lasciato testimonianza di sé in prodotti artistici originali per aspetto e significato simbolico; dal 1600 ai giorni nostri fiorisce la civiltà Asante, regno della fantasia e dell'abilità tecnica nella lavorazione dell'oro.
Insomma, nel corso dei secoli, diversi regni diedero vita a forme di rappresentazione originali, caratterizzate da una forte carica simbolica e si direbbe quasi da una tendenza anti-naturalistica: l'artista africano aveva in mente un ideale di bellezza molto diverso da quello a cui guardava la cultura greca, legato come era a valori religiosi e credenze magiche che spingevano -ad esempio- ad enfatizzare nelle dimensioni quelle parti del corpo che venivano giudicate particolarmente significative (la testa, il seno, l'ombelico). [...] Il lettore che vorrà avvicinarsi al libro, dal titolo già di per sé accattivante e stimolante, non potrà non rimanere intrigato e affascinato da questo lungo viaggio alla scoperta dei misteri della tradizione africana. Questa è una parte della presentazione







Altre Informazioni

ISBN:

9788860590138

Condizione: Nuovo
Collana: GUIDE TEMATICHE4
Formato: Libro rilegato
Pagine Arabe: 192






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X