La Natura Delle Cose - Lucrezio Caro Tito | Libro Feltrinelli 11/2015 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

lucrezio caro tito - la natura delle cose

LA NATURA DELLE COSE TESTO ORIGINALE A FRONTE




Disponibilità: solo 1 copia disponibile, compra subito!

Se ordini entro 7 ore e 42 minuti, consegna garantita in 48 ore lavorative
scegliendo le spedizioni Express



PREZZO
11,00 €
NICEPRICE
9,35 €
SCONTO
15%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Feltrinelli

Pubblicazione: 11/2015





Prefazione

Il grande classico del pensiero e della letteratura latina in una nuova ed eccellente traduzione, da parte di uno dei più importanti italianisti.




Trama

È un poema fondamentale della storia del pensiero, in cui vengono assunti a fondamento i princìpi portanti della filosofia epicurea. Lo stesso Cicerone fu soggiogato dalla grandezza dell'opera e, pur non approvandone filosoficamente il contenuto, contribuì in modo decisivo alla sua pubblicazione. L'opera è la celebrazione della dottrina epicurea come filosofia liberatrice dell'uomo e valido mezzo a confortare un'umanità quanto mai turbata e incerta. Cardine del suo approccio era la fisica atomistica democritea: il mondo in cui viviamo non è che il risultato dell'unione casuale di una parte degli infiniti atomi, da sempre in movimento nello spazio senza fine. Al rigido sistema democriteo, Epicuro in realtà aggiunse una variante rivoluzionaria, il clinamen, ossia la spontanea deviazione degli atomi dalla loro traiettoria rettilinea, una sorta di "libero arbitrio" ante litteram. Anche il mondo degli dèi esiste. Ne abbiamo immagine, ma vivendo eternamente beati negli spazi tra mondo e mondo, essi non hanno tempo né voglia di occuparsi di noi. La conclusione è che, in questo modo, sia la fisica sia la teologia ci liberano dagli ostacoli più gravi che si oppongono alla nostra felicità: il timore della morte e della collera divina.




Autore

Di Tito Lucrezio Caro (98 a.C.-54 a.C.) in realtà abbiamo pochissime informazioni certe. Secondo le notizie tramandate da san Girolamo sarebbe morto suicida, a seguito di un filtro amoroso che l'avrebbe fatto prima impazzire. La sua opera ebbe un'importanza straordinaria, soprattutto a partire dal Rinascimento italiano e da Marsilio Ficino. Usato da Giordano Bruno, fu alla base dell'atomismo seicentesco e del materialismo settecentesco, fino a Giambattista Vico.

Ugo Dotti (Cremona, 1933), professore emerito di Letteratura italiana, ha pubblicato fra l'altro: Vita di Petrarca (Laterza, 1987), Storia della letteratura italiana (Laterza, 1991), La Divina Commedia e la città dell'uomo (Donzelli, 1996), Lo sguardo sul mondo. Introduzione a Leopardi (Laterza, 1999), Storia degli intellettuali in Italia in tre volumi (Editori Riuniti, 1997-1999), Petrarca civile (Donzelli, 2001), Machiavelli rivoluzionario (Carocci, 2003). Per i "Classici" Feltrinelli ha curato Il Principe di Machiavelli (1979, 1991), il Canzoniere di Petrarca (1992), i Canti di Leopardi (2008), le Satire (2006), Epistole e Ars poetica (2008) e Odi ed Epodi – Canto secolare di Orazio (2010), le Satire di Giovenale.







Altre Informazioni

ISBN:

9788807902130

Condizione: Nuovo
Collana: UNIVERSALE ECONOMICA. I CLASSICI
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 472






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X