La Vita Non Vissuta - Gardini Nicola | Libro Feltrinelli 09/2015 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

gardini nicola - la vita non vissuta

LA VITA NON VISSUTA




Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni


PREZZO
14,00 €
NICEPRICE
13,30 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


ALTRI FORMATI

Disponibile anche in formato eBook al prezzo di 8,99 €





Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Feltrinelli

Pubblicazione: 09/2015





Note Editore

Valerio è in Abruzzo, al paese, per una visita sulla tomba del padre, ma al cimitero, fra gli angeli di gesso, e sotto lo sguardo spaventato della vecchia zia che subito invoca il santo protettore dalla peste, si accascia per un malore improvviso, una forte febbre. Stanchezza, stress è la diagnosi del dottore – che lui subito traduce nella parola "amore".
Perché il suo rapporto con Paolo, conosciuto qualche mese prima e per il quale ha lasciato all'istante moglie e figlia, è tormentato: l'amante è geloso, insicuro, accaparrante.
Le parole sono la vocazione di Valerio, da professore di Lettere classiche di fama sa pesarle con cura, eppure ancora non immagina quanto quella traduzione istintiva del suo breve malessere sia esatta: la febbre, scoprirà poi, non è che la prima manifestazione del virus che Paolo, sieropositivo, gli ha trasmesso.
Per settimane continua a non sospettare nulla, ignora ciò che è già accaduto, e ha al contrario la sensazione di avere finalmente cominciato a vivere, di potersi infine abbandonare all'amore. Soltanto mentre si trova già negli Stati Uniti per tenere un corso all'università, una telefonata di Paolo lo avverte del possibile contagio; quindi la corsa in una clinica per gli esami del sangue, la conferma dell'"invasione", la scoperta dell'irreparabile.
Valerio si ritrova malato e scopre in Paolo un estraneo, dubita di lui, dubita di sé, perdona o finge di perdonare, si arrabbia, si dispera, si illude, e soprattutto inizia un viaggio alla scoperta della sua nuova identità, respinta e infine accolta, perché "una storia nasce quando mancano le parole, quando le definizioni non significano abbastanza. Infatti, che cosa possono mai significare Hiv, Aids, sieropositività, immunodeficienza per uno che vuole raccontare la sua vita?".




Prefazione

Un romanzo breve, intenso, intriso di dolore e stupore, dedicato "ai malati", aperto, anche attraverso la profonda consuetudine con le pagine dei grandi classici, a una riflessione sulla fortuna, sulla colpa e sul destino, sul desiderio, sull'amore, sulla verità. Sul sentimento del tempo.




Trama

Agli occhi degli altri, e forse anche ai propri, Valerio ha l'aria di un quarantenne di successo: è uno stimato professore di latino, ha una casa, un'esistenza comoda, una moglie e una bambina affettuose. Eppure in un istante tutto questo perde senso; basta l'incontro con Paolo, giovane pittore di talento e amante appassionato, tanto fascinoso quanto insicuro, perché di colpo Valerio decida di voltare pagina. Finalmente insieme a Paolo potrà cominciare quella vita che già dai tempi della scuola sogna di vivere e che ora gli si offre irrinunciabile, improcrastinabile... Quand'ecco che una telefonata rivela l'illusione: Paolo ha appena scoperto di essere sieropositivo. Seguono la corsa di Valerio in una clinica per gli esami del sangue, la conferma dell'infezione, la scoperta dell'irrimediabile, e nel volgere di poche ore quell'amore nuovo, atteso da sempre, diventa una vertigine di fantasmi, paure, dubbi inesprimibili. Alla luce di un infaticabile lavoro di comprensione, Valerio fa piazza pulita di pregiudizi, luoghi comuni e falsificanti distinzioni, entrando sempre più a contatto con le ragioni della vita e dell'amore. Un romanzo intenso, intriso di pena e stupore, che riflette sulla sofferenza del corpo e del pensiero, sulla dissoluzione dell'identità, sulla fortuna, sulla colpa, sul desiderio, sulle parole. E sul senso della fine.




Autore

Nicola Gardini (Petacciato, 1965), insegna Letteratura italiana all'Università di Oxford. All'Università di Milano si è laureato in Lettere classiche, negli Stati Uniti ha ottenuto un dottorato in Letterature comparate. Ha pubblicato saggi di critica letteraria, alcune raccolte di poesie e i romanzi Così ti ricordi di me (Sironi, 2003) e Lo sconosciuto (Sironi, 2007). Di recente ha curato l'edizione delle Poesie di Ted Hughes nei "Meridiani" Mondadori. Con Feltrinelli ha pubblicato I Baroni. Come e perché sono fuggito dall'università italiana (2009; Universale Economica, 2013), il romanzo Le parole perdute di Amelia Lynd (2012), vincitore del premio Viareggio 2012, e Fauci (2013).







Altre Informazioni

ISBN:

9788807031571

Condizione: Nuovo
Collana: I NARRATORI'
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 203






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X