La Fragilita' Del Male - Bonhoeffer Dietrich | Libro Piemme 03/2015 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

bonhoeffer dietrich - la fragilita' del male

LA FRAGILITA' DEL MALE SCRITTI INEDITI




Disponibilità: Non disponibile o esaurito presso l'editore


PREZZO
17,50 €



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con 18App Bonus Cultura e Carta del Docente


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Piemme

Pubblicazione: 03/2015





Trama

"Non si può restare indifferenti davanti all'assassinio di milioni di esseri umani. Come il male che compie Hitler è frutto di scelte e azioni umane, anche l'agire per il bene è frutto di scelte e azioni umane". Così scriveva Dietrich Bonhoeffer, in prigione, nelle ore più oscure del XX secolo, arrestato per aver partecipato a un complotto contro il Führer. Le conclusioni a cui Bonhoeffer era giunto, nei giorni precedenti la sua condanna a morte, scaturivano da un lungo percorso filosofico-religioso compiuto negli anni e testimoniato dagli scritti che vengono presentati in questa scelta antologica. Si tratta di appunti, esegesi, meditazioni, omelie, frammenti poetici, che attraversano circa un ventennio (dal 1925 al 1945) e che testimoniano come il problema del male - inteso come forza oscura insita nella Creazione e nell'essere umano - sia stato il fulcro intorno a cui si sviluppò la ricerca intellettuale del teologo tedesco. Paradossalmente, il male è fragile, può essere combattuto. Per Bonhoeffer il male si "sfarina", rivelando la sua debolezza, solo se con un atto di volontà, personale e collettivo, ci si oppone al caos, all'incoerenza, alla schiavitù dell'io, alla paura, per trasformare il mondo in un luogo giusto. L'avanzare del bene e l'arretrare del male si rendono possibili solo con un'assunzione di responsabilità davanti agli uomini. E, per chi crede, anche davanti a Dio.




Note Editore

Iniziò la sua opposizione attiva fin dai primi anni del regime nazista. Arrestato, diede la vita fino al martirio, e in prigione scrisse le riflessioni più potenti mai scritte sul male assoluto, sull'istupidimento del potere e sulla possibilità di "resistere" con o senza Dio. Questo libro raccoglie alcuni scritti e messaggi epistolari dal carcere, molti dei quali inediti per l'italia. Gli ultimi giorni prima della condanna Dietrich annotò: "Ogni ostentazione esteriore di potenza provoca l'istupidimento di una gran parte degli uomini. La stupidità è un nemico più potente della malvagità. Il male porta sempre con sé il germe dell'autodissoluzione, perché nell'uomo lascia un senso di malessere. In questo senso è fragile e può essere vinto. Ma contro la stupidità non abbiamo difese."




Prefazione

9 APRILE 1945
9 APRILE 2015

70° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI DIETRICH BONHOEFFER NEL CAMPO DI CONCENTRAMENTO DI FLOSSENBURG




Autore

Dietrich Bonhoeffer (Breslavia, 1906) morì nel campo di concentramento di Flossenburg il 9 aprile 1945. Teologo luterano tedesco, fu protagonista della resistenza al nazismo. Pubblicò saggi filosofico-teologici; gli scritti della prigionia, inviati all'amico Eberhard Bethge, vennero pubblicati postumi nel 1951 con il titolo Resistenza e resa. Postume apparvero le opere che, secondo l'autore, costituivano il suo contributo maggiore: Etica (1949), Tentazine (1953), Il mondo maggiorenne (1955-1966)







i libri che interessano a chi ha i tuoi gusti





Altre Informazioni

ISBN:

9788856641967

Condizione: Nuovo
Collana: Piemme
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 176






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X