La Caccia - Del Ponte Carla-Sudetjc Chuck | Libro Feltrinelli 04/2008 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

del ponte carla-sudetjc chuck - la caccia

LA CACCIA IO E I CRIMINALI DI GUERRA




Disponibilità: Non disponibile o esaurito presso l'editore

PREZZO
€ 20,00



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre € 29,00.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Feltrinelli

Pubblicazione: 04/2008





Trama

Nessuno avrebbe immaginato, alla fine degli anni ottanta, con la caduta del Muro di Berlino, che l'Europa avrebbe conosciuto di nuovo il dramma della guerra civile e del genocidio. Di lì a poco, invece, la dissoluzione della ex repubblica federale iugoslava avrebbe scatenato una serie di conflitti che avrebbero insanguinato tutti gli anni novanta. Eccetto la Slovenia, in rapida sequenza Croazia, Serbia, Bosnia-Erzegovina e Kosovo avrebbero acceso una guerra civile che avrebbe toccato punte di intensità drammatica, come per certi versi testimonia la strage di Srebenica ai danni di settemila bosniaci musulmani. Per giudicare i criminali di guerra, l'Onu nel maggio 1993 decide di istituire, all'Aja, un vero e proprio tribunale. Si tratta della prima corte istituita in Europa a partire dalla fine della Seconda guerra mondiale. L'incarico di pubblico ministero viene affidato a Carla Del Ponte. Il suo lavoro presso i tribunali delle Nazioni Unite ha permesso l'arresto e la conduzione in giudizio di decine di persone accusate di genocidio e altri crimini di guerra, tra cui Slobodan Milosevic, presidente della Serbia, e di istruire prove contro due tra i ricercati più importanti al mondo, Radovan Karadzic e il generale Ratko Mladic, accusato del massacro di Srebenica.







Altre Informazioni

ISBN:

9788807171444

Condizione: Nuovo
Collana: SERIE BIANCA
Dimensioni: 222 x 32 x 141 mm
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 412





I vostri commenti al Libro

1 recensioni presenti. Media Voto: 5 / 5



12/04/2008
Voto: 5 / 5

L''Uck, la formazione paramilitare albanese del Kosovo, eliminava i prigionieri serbi e ne vendeva gli organi in giro per l''Europa. La rivelazione shock è di Carla Del Ponte, ex procuratore capo del Tribunale penale internazionale dell''Aja, nel suo ultimo libro "La caccia, io e i criminali di guerra". I fatti risalirebbero all''estate del 1999 quando circa 300 prigionieri serbi furono trasportati in Albania, a Kukes e Tropoje. I prigionieri serbi in buona salute stranamente non venivano picchiati ma ricevevano pasti regolari. Il perché è spiegato dalla Del Ponte. Dopo una visita medica, i più giovani e sani di quei 300 serbi furono trasferiti in un centro vicino a Burel. Gli organi trapiantati da Tirana avrebbero raggiunto cliniche all''estero e clienti in grado di pagarli.






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X