L'italia In Guerra. 1915-1918: Niente Sarebbe Stato Come Prima - Birattari Massimo | Libro Feltrinelli 05/2015 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

birattari massimo - l'italia in guerra. 1915-1918: niente sarebbe stato come prima

L'ITALIA IN GUERRA. 1915-1918: NIENTE SAREBBE STATO COME PRIMA




Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni


PREZZO
14,00 €
NICEPRICE
13,30 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Feltrinelli

Pubblicazione: 05/2015





Note Editore

Prima della Grande guerra, il mondo era diverso: c'erano re e imperatori, l'Europa possedeva colonie in Africa e in Asia, gli analfabeti erano la maggioranza della popolazione, le donne di solito non lavoravano (e non votavano)... La Prima guerra mondiale ha travolto la Belle Époque (che per molti non era particolarmente bella) ed è all'origine di quella trasformazione rivoluzionaria che, nel bene e nel male, ha creato il nostro mondo.
Questo libro è una macchina del tempo che trasporta i ragazzi di oggi al 24 maggio 1915, quando l'Italia entrò in guerra contro l'Austria, e prima ancora al 28 giugno 1914, all'attentato di Sarajevo, fino al 4 novembre 1918, il giorno della vittoria dopo anni di massacri. Spiega le cause e gli eventi casuali che incendiarono prima l'Europa e poi il mondo; racconta le battaglie e la vita quotidiana nelle trincee, sulle montagne, della gente in città, nei campi di prigionia, nelle terre conquistate dai soldati nemici; mostra gli oggetti, le divise, gli aerei, le navi, le automobili, i carri armati, i cannoni, i sommergibili, le invenzioni sviluppate o potenziate, non solo in ambito militare; percorre luoghi legati per sempre a memorie insanguinate: l'Isonzo, il Piave, il Carso, le Alpi, Caporetto, Vittorio Veneto. Infine presenta le conseguenze, nella vita delle persone (le vedove e gli orfani, i dispersi, i mutilati e gli "scemi di guerra", i prigionieri, i reduci) e nella storia del mondo: la nascita del comunismo in Russia e del fascismo in Italia, le tensioni e l'instabilità, le radici della Seconda guerra mondiale.
Questo libro-macchina del tempo ci fa ascoltare, in diretta, le voci dei protagonisti, politici e generali, scrittori e poeti, ma soprattutto persone comuni, al fronte e a casa: diventa così un'immersione in una realtà che ci appare lontana – la guerra totale – ma che non deve essere dimenticata.




Prefazione

Dopo la fortunata serie di libri sull'italiano, Birattari racconta con la stessa abilità divulgativa la storia.
Dall'uscita di Benvenuti a Grammaland nel 2011, l'autore ha tenuto più di cento presentazioni in librerie, scuole, biblioteche e festival letterari in tutt'Italia, incontrando circa ottomila ragazzi di elementari e medie (e centinaia di insegnanti e genitori).
Il libro esce nell'imminenza del centenario dell'entrata in guerra dell'Italia (24 maggio 1915).




Trama

Prima della Grande guerra c'erano re e imperatori, l'Europa possedeva colonie in Africa e in Asia, gli analfabeti erano la maggioranza della popolazione, le donne di solito non lavoravano (e non votavano)... La Prima guerra mondiale è all'origine di quella trasformazione che, nel bene e nel male, ha creato il nostro mondo. Questo libro è una macchina del tempo che trasporta i ragazzi di oggi al 24 maggio 1915, quando l'Italia entrò in guerra contro l'Austria, e prima ancora al 28 giugno 1914, all'attentato di Sarajevo, fino al 4 novembre 1918, il giorno della vittoria dopo anni di massacri. Spiega le cause e gli eventi casuali che incendiarono l'Europa; racconta le battaglie e la vita quotidiana nelle trincee, sulle montagne, in città, nei campi di prigionia; mostra gli oggetti, le divise, le armi, gli aerei, le navi, i sommergibili; percorre luoghi legati per sempre a memorie insanguinate: l'Isonzo, il Piave, il Carso, le Alpi, Caporetto, Vittorio Veneto. Soprattutto, questo libro-macchina del tempo ci fa ascoltare le voci dei protagonisti, politici e generali, soldati semplici e ufficiali, scrittori e persone comuni, al fronte e a casa, immergendoci in una realtà che ci appare lontana - la guerra totale - ma che non deve essere dimenticata. Età di lettura: da 9 anni.




Autore

Massimo Birattari è laureato in Storia e diplomato presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Redattore, consulente editoriale, autore di manuali sull'italiano, curatore di un corso di scrittura per "il Corriere della Sera", ha tradotto molti volumi della collana Brutte storie Salani, per cui ha scritto I rivoltanti romani (con Terry Deary; 1998) e I barbuti barbari (con Chicca Galli; 2008). Con Feltrinelli "Kids" ha pubblicato Benvenuti a Grammaland (2011), La grammatica ti salverà la vita (2012), Scrivere bene è un gioco da ragazzi (2013) e Leggere è un'avventura (2014).







Altre Informazioni

ISBN:

9788807922527

Condizione: Nuovo
Collana: FELTRINELLI KIDS. SAGGISTICA NARRATA
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 157






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X