Gel Rigidi Di Agar Per Il Trattamento Di Pulitura Di Manufatti In Gesso - Aa.Vv. | Libro Il Prato 01/2009 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

aa.vv. - gel rigidi di agar per il trattamento di pulitura di manufatti in gesso

GEL RIGIDI DI AGAR PER IL TRATTAMENTO DI PULITURA DI MANUFATTI IN GESSO USE OF RIGID AGAR GELS FOR CLEANING PLASTER OBJECTS




Disponibilità: Non disponibile o esaurito presso l'editore


PREZZO
20,00 €



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Il Prato

Pubblicazione: 01/2009





Note Libraio

Brossura, ill. colori e b/n. In un precedente Quaderno alcuni di noi descrivevano uno studio su due polimeri polisaccaridici, l’Agarosio e l’Agar, come materiali gelificanti di soluzioni acquose, capaci di produrre veri "gel rigidi" caratterizzati da forte ritenzione del mezzo acquoso. Il limite principale dei gel rigidi di Agarosio e Agar era proprio la loro intrinseca rigidità, che di fatto rendeva possibile solo l’applicazione a delle superfici sostanzialmente planari. Possibile ipotizzare un’applicazione diversa dell’Agar, non come gel rigido preformato ma quando, durante il raffreddamento, è ancora in una forma semi-solida, così da poterlo stendere su una superficie tridimensionale? Le prime prove su gessi davano risultati a dir poco davvero incoraggianti: il risultato di pulitura era efficace, e l’osservazione della superficie trattata non rivelava erosione o altri segni di interazione. Così decidemmo di avviare questo secondo studio e, unendo le varie persone che avevano studiato gli aspetti teorici o quelli applicativi di questi materiali. Anche in questo caso lo studio ha portato ad una conclusione positiva, e siamo in grado di “certificare” anche questo nuovo modo di applicazione dell’Agar, che permette un trattamento di pulitura dei gessi davvero efficace ed innovativo, e rispettoso nei confronti di supporti così porosi e così potenzialmente suscettibili all’acqua.
Several of the authors of the present study have previously experimented the use of two polysaccharide polymers, Agarose and Agar, for gelling aqueous solutions, publishing the results in a recent Quaderno. These materials, which are able to form true “rigid gels” characterized by a particularly high degree of water retention, have proven appropriate for cleaning polychrome artworks. The main limit attributed to Agarose and Agar gels was their intrinsic stiffness, as stated in our previous publication; this in fact restricts their application only to practically flat surfaces. These conclusions stimulated the curiosity of several of the auBrossura, ill. colori e b/n. In un precedente Quaderno alcuni di noi descrivevano uno studio su due polimeri polisaccaridici, l’Agarosio e l’Agar, come materiali gelificanti di soluzioni acquose, capaci di produrre veri "gel rigidi" caratterizzati da forte ritenzione del mezzo acquoso. Il limite principale dei gel rigidi di Agarosio e Agar era proprio la loro intrinseca rigidità, che di fatto rendeva possibile solo l’applicazione a delle superfici sostanzialmente planari. Possibile ipotizzare un’applicazione diversa dell’Agar, non come gel rigido preformato ma quando, durante il raffreddamento, è ancora in una forma semi-solida, così da poterlo stendere su una superficie tridimensionale? Le prime prove su gessi davano risultati a dir poco davvero incoraggianti: il risultato di pulitura era efficace, e l’osservazione della superficie trattata non rivelava erosione o altri segni di interazione. Così decidemmo di avviare questo secondo studio e, unendo le varie persone che avevano studiato gli aspetti teorici o quelli applicativi di questi materiali. Anche in questo caso lo studio ha portato ad una conclusione positiva, e siamo in grado di “certificare” anche questo nuovo modo di applicazione dell’Agar, che permette un trattamento di pulitura dei gessi davvero efficace ed innovativo, e rispettoso nei confronti di supporti così porosi e così potenzialmente suscettibili all’acqua.
Several of the authors of the present study have previously experimented the use of two polysaccharide polymers, Agarose and Agar, for gelling aqueous solutions, publishing the results in a recent Quaderno. These materials, which are able to form true “rigid gels” characterized by a particularly high degree of water retention, have proven appropriate for cleaning polychrome artworks. The main limit attributed to Agarose and Agar gels was their intrinsic stiffness, as stated in our previous publication; this in fact restricts their application only to practically flat surfaces. These conclusions stimulated the curiosity of several of the auBrossura, ill. colori e b/n. In un precedente Quaderno alcuni di noi descrivevano uno studio su due polimeri polisaccaridici, l’Agarosio e l’Agar, come materiali gelificanti di soluzioni acquose, capaci di produrre veri "gel rigidi" caratterizzati da forte ritenzione del mezzo acquoso. Il limite principale dei gel rigidi di Agarosio e Agar era proprio la loro intrinseca rigidità, che di fatto rendeva possibile solo l’applicazione a delle superfici sostanzialmente planari. Possibile ipotizzare un’applicazione diversa dell’Agar, non come gel rigido preformato ma quando, durante il raffreddamento, è ancora in una forma semi-solida, così da poterlo stendere su una superficie tridimensionale? Le prime prove su gessi davano risultati a dir poco davvero incoraggianti: il risultato di pulitura era efficace, e l’osservazione della superficie trattata non rivelava erosione o altri segni di interazione. Così decidemmo di avviare questo secondo studio e, unendo le varie persone che avevano studiato gli aspetti teorici o quelli applicativi di questi materiali. Anche in questo caso lo studio ha portato ad una conclusione positiva, e siamo in grado di “certificare” anche questo nuovo modo di applicazione dell’Agar, che permette un trattamento di pulitura dei gessi davvero efficace ed innovativo, e rispettoso nei confronti di supporti così porosi e così potenzialmente suscettibili all’acqua.
Several of the authors of the present study have previously experimented the use of two polysaccharide polymers, Agarose and Agar, for gelling aqueous solutions, publishing the results in a recent Quaderno. These materials, which are able to form true “rigid gels” characterized by a particularly high degree of water retention, have proven appropriate for cleaning polychrome artworks. The main limit attributed to Agarose and Agar gels was their intrinsic stiffness, as stated in our previous publication; this in fact restricts their application only to practically flat surfaces. These conclusions stimulated the curiosity of several of the au







Altre Informazioni

ISBN:

9788863360349

Condizione: Nuovo
Collana: QUADERNI DEL CESMAR7
Pagine Arabe: 56
Traduttore: Kunzelman D.






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X