Fotografia Maledetta E Non - Celant Germano | Libro Feltrinelli 04/2015 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro

celant germano - fotografia maledetta e non

FOTOGRAFIA MALEDETTA E NON




Disponibilità: solo 1 copia disponibile, compra subito!

Se ordini entro 3 ore e 49 minuti, consegna garantita in 48 ore lavorative
scegliendo le spedizioni Express



PREZZO
25,00 €
NICEPRICE
23,75 €
SCONTO
5%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con 18App Bonus Cultura e Carta del Docente


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Feltrinelli

Pubblicazione: 04/2015





Prefazione

Dal Surrealismo la storia della fotografia è attraversata da immagini irreali e inquietanti che si legano all'inconscio e al notturno. Sono la testimonianza di un accostarsi al mondo dell'ignoto e del rimosso, pieno di ombre e di misteri. Da qui scaturisce un racconto sulle vicende dell'invisibile e dell'impensabile che, alla fine del xx secolo, non riguarda più solo la condizione interiore e psicologica, ma le vicende insensate e tragiche del vivere sociale e pubblico. Alla dimensione metafisica e surreale si affianca quindi una fotografia che documenta le malattie e le guerre, le tragedie e le violenze che evidenziano più un'ossessione di morte che di vita. Sono immagini controverse e angoscianti scaturite dal reale orrifico e crudele che coinvolge la società dall'individuo alla famiglia. Testimonianza di un fotografare crudele e maledetto che aspira a rifiutare la sua funzione di decoro e di superficialità per raccontare il non detto e il male detto dai media, così da affrontare un reale proibito che sconvolge e mette in crisi, come qualsiasi rivelazione di un tabù, il pensare comune. Fotografia maledetta e non nasce dall'interesse e dallo studio più che trentennale di Germano Celant per le polarità opposte di un produrre immagini che rivelano le situazioni sia piacevoli sia orrende del vivere, privilegiando l'aspetto fotografico che, con un'attitudine distaccata ma fortemente personale, si è impegnato a raccontare la tragicità e l'assurdità di un mondo, umano e sociale, sventrato e in rovina. Il volume è costituito da venticinque saggi, redatti dal 1974 al 2010, sui maggiori protagonisti della storia della fotografia.




Trama

Dall'inizio del Novecento con l'avvento delle avanguardie storiche, e in particolare del surrealismo, la storia della fotografia è attraversata da immagini irreali e angoscianti che si legano all'inconscio e all'onirico, all'ignoto e al fantastico. Oggi queste immagini non riguardano più la sola dimensione interiore e psicologica, ma le vicende folli e tragiche della storia. Alla dimensione metafisica dello sguardo si contrappone ora un fotografare che documenta le malattie e le guerre, le tragedie e le violenze nate da un'ossessione di morte più che di vita. Sono immagini controverse e inquietanti, attestati di un reale orrifico e crudele che coinvolge tutta la società, dall'individuo alla famiglia, dal genere all'etnia. Qui la fotografia rifiuta ogni funzione di decoro per raccontare il non-detto e il male-detto; affronta un'oggettività proibita che infrange ogni tabù sconvolgendo il pensare comune. "Fotografia maledetta e non" nasce dall'interesse e dallo studio che Germano Celant ha coltivato per un fotografare dalle polarità opposte, tra negativo e positivo, capace di produrre testimonianze visive del piacere come dell'orrore del vivere. Un transitare dal bello allo spregevole, dal perturbante al sereno, in una traversata che non cessa di misurarsi con gli estremi della fotografia contemporanea. Il volume è costituito da venticinque saggi, redatti dal 1974 al 2012.




Autore

Germano Celant (Genova, 1940) è senior curator per l'arte contemporanea del Guggenheim Museum di New York e contributor editor delle riviste "Artforum" e "Interview". Conosciuto internazionalmente per la sua teorizzazione dell'arte povera, ha curato innumerevoli mostre, manifestazioni d'arte ed esposizioni ed è autore di oltre cinquanta pubblicazioni. Nel 1996 è stato condirettore della prima edizione della Biennale di Firenze, dedicata ad Arte e Moda. È stato curatore della 47a Biennale d'Arte di Venezia dove, nel 2001, ha curato la mostra del Padiglione brasiliano. È stato supervisore artistico per 2004 Genova Capitale europea della cultura, curatore della mostra "Arti&Architetture. 1900-2000" (2004). È responsabile della rubrica "Arte" per "L'Espresso". Per Feltrinelli sono usciti: Artmakers. Arte, architettura, fotografia, danza e musica negli Stati Uniti (1984), Arte dall'Italia (1988) e Artmix (2008).







Altre Informazioni

ISBN:

9788807105104

Condizione: Nuovo
Collana: CAMPI DEL SAPERE'
Formato: Brossura
Pagine Arabe: 346






Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X