Antologia - Arendt Hannah; Costa P. (Curatore) | Libro Feltrinelli 07/2006 - HOEPLI.it


home libri books ebook dvd e film top ten sconti 0 Carrello


Torna Indietro
ARGOMENTO:  LIBRI > FILOSOFIA > TESTI E STUDI

arendt hannah; costa p. (curatore) - antologia

ANTOLOGIA PENSIERO, AZIONE E CRITICA NELL'EPOCA DEI TOTALITARISMI

;


5 stelle su 5 1 recensioni presenti


Disponibilità: Normalmente disponibile in 5 giorni


PREZZO
9,50 €
NICEPRICE
8,07 €
SCONTO
15%



SPEDIZIONE GRATIS
con corriere veloce per acquisti oltre 29,00 €.


Pagabile anche con App18 Bonus Cultura e Carta Docenti


Facebook Twitter Aggiungi commento


Dettagli

Genere:Libro
Lingua: Italiano
Editore:

Feltrinelli

Pubblicazione: 07/2006





Trama

In occasione del centesimo anniversario dalla nascita di Hannah Arendt, una raccolta antologica di saggi centrati sulla questione fondamentale del totalitarismo, ripresi dai due volumi dell'Archivio Arendt. Il volume comprende i seguenti testi: "Che cosa resta? Resta la lingua"; "Ripensando a Franz Kafka"; "Colpa organizzata e responsabilità universale"; "L'immagine dell'inferno"; "Le tecniche delle scienze sociali e lo studio dei campi di concentramento"; "Le uova alzano la voce"; "A tavola con Hitler"; "Umanità e terrore; "Comprensione e politica"; "La natura del totalitarismo"; "Religione e politica"; "Gli ex comunisti"; "Una replica a Eric Voegelin"; "Sogno e incubo"; "L'umanità nei tempi oscuri: riflessioni su Lessing".







Altre Informazioni

ISBN:

9788807819261

Condizione: Nuovo
Collana: UNIVERSALE ECONOMICA. SAGGI
Formato: Brossura
Pagine Romane: XXXVIII





I vostri commenti al Libro

1 recensioni presenti.

12/02/2012 Di tommaso.albanese
5 stelle su 5

I saggi raccolti in questa Antologia sono scritti brevi ma intensissimi che disegnano letterariamente la ragnatela che Hannah Arendt ha tessuto con i fili neri dell’ indicibile crimine del Novecento, per catturare gli orrori, l’inumanità, il terrore e la comprensione di un evento senza precedenti che racchiude in sé l’essenza del totalitarismo nazionalsocialista: lo sterminio degli ebrei d’Europa e di tutte le altre vite indegne di essere vissute . Ogni saggio contenuto è un pezzo della trama della storia di quel crimine patito da “un’umanità in tempi bui”. Il lettore trattiene il respiro, che gli viene restituito solo alla fine di ogni capitolo ; le argomentazioni lo stordiscono ma lo obbligano a essere sempre presente. UN pezzo analizza “l’immagine dell’inferno“ dove si contano “sei milioni di ebrei, sei milioni di esseri umani trascinati e condotti a morte”, dopo essere stati costretti a subire il terrore di “malvagità oltre ogni vizio”. Un altro pezzo indaga su ‘la colpa organizzata e la responsabilità universale’ che il totalitarismo ha addossato all’uomo-massa, al burocrate che non è stato “solo un funzionario ma un assassino”. Un altro pezzo ancora pone in esame “Comprensione e politica” e la necessità di un “cuore comprensivo” per poter “partecipare al dialogo interminabile con l’essenza del totalitarismo”. IN un pezzo è affermato che l’uomo è “capace di conoscere la propria natura quando gli viene mostrata, e di perderla fino al punto di non accorgersi che gli è stata sottratta”. Ogni capitolo di questa Antologia presenta alla fine la straordinaria capacità argomentativa della Arendt : la chiarezza immediata dei suoi concetti e la trascinante forza discorsiva che ti costringono a cercare di capire. Questa Antologia ci rivela una straordinaria “scrittrice” di filosofia e politica ed un’esegeta inquietante e instancabile di ogni versetto della Shoah.







Utilizziamo i cookie di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la navigazione, per fornire servizi e proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

X